Mons. Urbano Simonetti

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Categoria: Biografie Illustri
Ultima modifica il Domenica, 22 Marzo 2015 23:13
Scritto da Vincenzo Catani
Visite: 1333

urbano simonettiSimonetti mons. Urbano

Nato a Montalto il 10 ottobre 1930, da Ugo e Nazzarena Botticelli.

 

 15 agosto 1953, tonsura

20 aprile 1954, ostiariato e lettorato

22 aprile 1955, esorcistato e accolitato

6 novembre 1955, suddiaconato

3 aprile 1956, diaconato

30 giugno 1956, presbiterato.

Dopo l’ordinazione, il 13 agosto 1956, fu assegnato come cappellano alla di S. Pietro apostolo a Castignano.

Dal 25 giugno 1962 ha retto come parroco la parrocchia di S. Nicola da Tolentino nel territorio di Patrignone e contemporaneamente gli fu affidato l’incarico per l'insegnamento di matematica nel Seminario e di religione nella scuola media di Montalto.

Dal 29 agosto 1964 al 1967 fu segretario del consiglio amministrativo diocesano (dal 1983 ne fu il direttore) e il 9 settembre 1964 fu nominato canonico e nel 1967  primicerio della cattedrale montaltese. Dal 4 maggio 1967 fu cancelliere vescovile diocesi di Montalto fino al 1983.

Con l’unificazione delle due diocesi nel 1983 e l’ingresso del nuovo vescovo Giuseppe Chiaretti, il 1 dicembre 1985 fu nominato vicario generale e in tale incarico rimase fino al 1997. Ebbe il titolo di monsignore.

Al trasferimento del vescovo Chiaretti, nel gennaio 1996, fu nominato Amministratore Diocesano in sede vacante dal Collegio dei Consultori. Portò avanti la diocesi per circa nove mesi e alla venuta del nuovo vescovo Gestori è confermato vicario generale della diocesi il 7 ottobre 1996.

Nel 1997, sollevato dall’incarico di vicario generale, è stato chiamato a Roma come segretario amministrativo delle Pontificie Opere Missionarie e vi rimase fino al 2001.

Nel 2001 tornò in diocesi ove ricoprì la carica di direttore della Caritas diocesana e, dal 2002, la presidenza dell’istituto diocesano sostentamento clero.

È morto il 7 novembre 2007, all’età di anni 77.

Ha detto di lui il vescovo Gestori nell’omelia del funerale:“Don Urbano ha servito nella sua vita tre Vescovi, stando vicino a loro con mansioni qualificate, ed ha servito la nostra Chiesa locale, prestando attenzione anche ai bisogni di alcuni confratelli per quegli aiuti che in alcuni momenti particolari domandavano un intervento di emergen­za... Negli ultimi tempi la malattia si è fatta fortemente sentire, avanzando in maniera inesorabile, anche se Don Urbano cercava in tutti i modi di tenerla nascosta e di lot­tare contro un male, che lo accompagnava da parecchio tempo. Fino agli ultimi giorni ha voluto interessarsi e rendersi presente per quei problemi del nostro Istituto Sosten­tamento Clero, nel quale ultimamente operava offrendo i consigli suggeriti dalla sua vasta conoscenza delle diverse situazioni del territorio. Ora ci ha lasciati, quasi im­provvisamente, dopo non poca sofferenza affrontata con ammirevole semplicità e con esemplare discrezione. Gli avevo fatto visita l'utima volta la passata settimana, quan­do già il male era diventato evidente: abbiamo insieme pregato il Signore della vita e la Vergine santa, la nostra madre spirituale, e gli ho dato la benedizione. La nostra Chiesa diocesana deve a lui moltissimo, gli deve essere grata per i molti servizi offerti, specialmente in campo amministrativo. Con le migliori intenzioni Don Urbano ha la­vorato senza risparmiarsi per dotare la Diocesi di quanto era necessario alla sua atti­vità pastorale e per venire incontro ai bisogni di qualche confratello. Tutto questo ri­mane nella nostra memoria, deve essere conservato nel nostro cuore, diventi preghiera per lui, nella consapevolezza che la memoria più importante è quella presente nel cuo­re amoroso di Dio Padre”.

Bibliografia:

- “La Vedetta”, settimanale diocesano, 8 luglio 1956, p. 4.

- Bollettino diocesano, settembre 1956, p. 38.

- Bollettino diocesano, settembre 1963, p. 13.

- Bollettino diocesano, settembre 1964, p. 44.

- Bollettino diocesano, aprile 1965, p. 53.

- Bollettino diocesano, maggio 1967, p. 37.

- “L'Ancora”, settimanale diocesano, 8 dicembre 1985, p. 3.

- “L'Ancora”, settimanale diocesano, 4 febbraio 1996, p. 1.

- “L’Ancora”, settimanale diocesano, 25 giugno 2006, p. 5

- “L’Ancora”, settimanale diocesano, 18 novembre 2007, p. 1

- “In Famiglia ”, Notiziario diocesano, novembre-dicembre 2007, pp. 23 e 64.

- Avvenire, quotidiano cattolico, 8 novembre 2007, p. 12.

In: Vincenzo Catani, Amor mi mosse. Necrologio dei preti defunti dal 1900 ai nostri giorni nella Diocesi di San Benedetto del Tronto - Ripatransone - Montalto, Archivio Diocesano di S. Benedetto del Tronto, Quaderni per la ricerca 14, Croma, Grottammare 2010, p. 406-407.